Alimentazione e salute dei denti

L'igiene orale comincia a tavola: ecco gli alimenti che fanno bene ai denti e che bisogna mangiare per ridurre il rischio della carie e i cibi invece da evitare
Stampa Pagina

11 novembre 2020


DIETA E IGIENE ORALE
La salute dei denti dipende da diversi fattori. Sappiamo bene che ogni giorno è necessario lavare i denti almeno tre volte al giorno e che è importante, fin da piccoli, andare regolarmente a controllo dal dentista.
Ma c'è un altro elemento importante da tenere in considerazione quando si parla di salute dei denti: l'alimentazione.
Esistono alimenti che fanno bene ai denti e alimenti che fanno male ai denti. Se i bambini non seguono una alimentazione corretta, lo sviluppo e la salute dei denti potrebbe risentirne. Esiste infatti uno stretto legame tra quello che mangiamo e il benessere del cavo orale.
Mangiare in modo scorretto può esporre noi e i nostri bambini a malattie quali carie e infiammazione delle gengive.
È importante quindi evitare l'elevato consumo di zuccheri semplici, perché favoriscono la produzione degli acidi della placca, che vanno poi ad attaccare lo smalto provocandone l'erosione e di conseguenza, la carie.
Esiste uno stretto legame tra carie e alimentazione. I dati sulla diffusione delle carie hanno permesso di capire che la maggior parte dei bambini dei Paesi industrializzati oggi sviluppa queste malattie dentali a causa dell'eccessivo consumo di zuccheri, una cattiva abitudine che si prende da piccoli e che spesso non si abbandona da adulti.

CIBI CHE FANNO BENE AI DENTI E CIBI DA EVITARE
Quasi tutti gli alimenti contengono qualche tipo di zucchero, inclusi la verdura e il latte, che sono tuttavia essenziali per una sana alimentazione e che quindi non devono essere eliminati dalla nostra tavola.
Possiamo invece tenere sotto controllo l'apporto di zucchero riducendone sia il consumo che l'arco di tempo durante il quale i denti restano sotto i loro attacchi acidi.
Il legame tra la salute dei denti e la dieta è importante anche perché alcuni cibi possono prevenire la formazione della carie mentre altri alimenti possono favorire la comparsa della carie.
A questo proposito, gli alimenti possono essere classificati come:

Cariogeni: alimenti lesivi per i denti e che aumentano significativamente il rischio di carie, come i cibi acidi (succhi di frutta, bibite gasate e zuccherate) e gli zuccheri semplici o raffinati, come il miele, fruttosio, cereali, pane, dolci;
Cariostatici: alimenti ad azione neutra che non hanno effetto diretto sulla carie. Tra questi ci sono la maggior parte delle verdure cotte e morbide, i cibi proteici come carne e pesce, i formaggi freschi e le uova;
Anticariogeni: alimenti che contrastano la formazione della carie, come frutta, verdure crude, formaggi stagionati, latte, acqua, cibi di consistenza elevata, da masticare, fibrosi e poco adesivi.

Un altro alimento anticariogeno utile per la salute dei denti è il chewing-gum senza zucchero. Tuttavia, le gomme da masticare non sostituiscono in alcun modo una corretta igiene orale con spazzolino e dentifricio.

CONSIGLI PER RIDURRE IL RISCHIO DI CARIE
Alcuni consigli utili per mantenere un buono stato di salute dei denti e le buone abitudini da insegnare ai bambini:

- Controllare le etichette dei cibi ed evitare quelli che contengono zuccheri aggiunti;
- Diminuire la quantità di spuntini durante la giornata;
- Evitare di mangiare cibi "appiccicosi" come il caramello, cioccolatini e caramelle, che permangono più a lungo sui denti;
- Abbinare i cibi dolci ai pasti principali e scegliere yogurt o frutta per gli spuntini;
- Evitare di bere succhi di frutta, bibite gassate e zuccherate soprattutto a merenda e sostituirli con acqua.


a cura di: Angela Galeotti, Massimiliano Ciribè, Giulia Vallogini, Paola Festa, Sara de Rosa
Unità Operativa di Odontostomatologia
In collaborazione con: